SECONDA ASSEMBLEA ANNUALE DEL’ UNIONE DEI SERBI IN ITALIA

Il  12 marzo 2017 a Montecchio Maggiore nei locali della associazione “Duga” si è tenuta la seconda  assemblea ordinaria dei serbi in Italia, alla presenza di 27 delegati e referenti delle 11 associazioni.

L’assemblea è iniziata con l’inno della Repubblica di Serbia seguita da un minuto di raccoglimento per gli amici scomparsi nel Veneto.

Il presidente Dusan Aleksic assieme ai delegati e referenti  ha presentato il consuntivo annuale delle attività effettuate e progetti realizzati.

Dejan Kusalo ha parlato delle importanti azioni umanitarie fatte a sostegno della famiglia di piccolo Marko Sumatic, della famiglia  Rudinac Jovanovic, e delle Cucine popolari in Kosovo e Metohija (in collaborazione con le associazioni ”Serbi per Serbi” e “Love”).

Lidija Radovanovic ha presentato la relazione sulle giornate culturali serbe che si sono svolte con successo a Vicenza, Udine e Trieste dove è stato presentato il romanzo di Veselin Dzeletovic “Srpsko srce Johanovo/ Cuore serbo di Johan” e proiettato il film documentario “Vrata Srbije –Mojsinjska Sveta Gora/ Porta della Serbia-Santa Colle di Mojsinje“. E’ stato deciso che le “Giornate culturali serbe” si terranno due volte all’ anno.

Vicepresidente Aleksandar  Milovanovic ha letto la relazione del referente per i balli folcloristici Stefan Marjanovic. E’ stato deciso che Festival dei principali corpi di ballo si terrà in primavera e il Festival dei corpi di ballo dei bambini in autunno, ogni volta organizzato da un’Associazione differente e, se possibile, in una Regione diversa. II Festival folkloristico serbo si svolgerà  il 22 aprile 2017 ad Arzignano, organizzato da SKZ “Arzignano”. II Festival dei corpi di ballo dei bambini è previsto per autunno a Udine, organizzato dall’ Associazione “Nikola Tesla”. 

Boban Petrovic ha presentato la relazione sulla fondazione della Lega serba  di calcio a cinque. Al torneo, organizzato da SKSO ”Kruna” di Schio, hanno partecipato 12 squadre. È iniziato nel mese di ottobre 2016 ed è terminato nel mese di marzo 2017 dopo 22 turni. Il titolo se lo è aggiudicato la squadra “Pekara Srce”. E’ stata pianificata la creazione della Lega serba di tennis da tavolo e l’organizzazione dei tornei di pallacanestro. Sulla proposta dell’associazione “Vuk Karadzic” di Trieste, viene presa in considerazione l’organizzazione dell’evento ”Sportske igre” (giochi sportivi) che coinvolgerebbe tutte le associazioni serbe presenti sul territorio italiano non appena verranno create le condizioni necessarie per la sua realizzazione.  

 

Vladimir Ignjatovic ha parlato di laboratorio scolastico “Citanje sa razumevanjem” (Leggere comprendendo) di  Snezana Milosevic Jesic, realizzato in quasi tutte le sedi scolastiche serbe sul territorio italiano. Per il nuovo anno scolastico è stato adottato il progetto “Cirilica-duhovna i kulturna bastina srpskog naroda ” ( Cirillico – il patrimonio spirituale e culturale del popolo serbo ) di Tatjana Jankovic, comprendente le lezioni sulle origini dell’alfabeto cirillico e il suo sviluppo nel corso della storia, la mostra della calligrafia artistica, i laboratori per adulti e bambini. 

Di particolare importanza è stata della Commissione di lavoro per la modifica dello Statuto, composto da Ana Korićanac, Dragana Antonijevic, Lidija Radovanovic, Aleksandar Milovanovic, Drasko Stojanović e Miroslav Vasic. Sono state adottate le modifiche allo Statuto proposte e firmato l’Atto costitutivo in lingua italiana, al fine di registrare l’Unione dei serbi in Italia. 

L’assemblea ha approvato la richiesta  di adesione alla “Unione dei serbi in Italia” del Associazione “Homolje” di Creazzo. L’entrata effettiva è prevista per luglio di quest’ anno, quando sarà raggiunto compiuto un anno dalla fondazione dell’Associazione stessa, come previsto dallo Statuto. 

I componenti del Consiglio di sorveglianza Dragan Antonijevic e Todor Krneta hanno elogiato il tesoriere Miroslav Vasic, come anche gli altri membri del Consiglio, per il lavoro svolto con tanta serietà e professione. L’Assemblea ha ringraziato tutti coloro che hanno speso per le attività della Unione dei serbi le proprie conoscenze e il proprio  tempo e che hanno contribuito a superare le difficoltà incontrate fin dalla fondazione dell’Unione stessa, compressi quelli che nel corso degli anni si sono dimessi per vari motivi. Un ringraziamento particolare è andato a Aleksandar Zlatkovic che con il suo portale “Svetionik –Srbi u Italiji “ ha promosso le attività e le manifestazioni di tutte le Associazioni e dell’Unione.  

 

 

13/03/2017, segretaria Jelena Glisic

tradotto in italiano Biljana Janjic