DICHIARAZIONE DELL’UNIONE DEI SERBI IN ITALIA SULLA RICHIESTA DEL KOSOVO DI ENTRARE NELL’UNESCO

L’Unione dei serbi in Italia aderisce alla battaglia diplomatica del proprio governo e dei serbi della diaspora, esprimendo una forte preoccupazione e contrarietà alla richiesta del Kosovo di entrare a far parte dell’UNESCO.

Riteniamo che questa richiesta non abbia alcun fondamento dal punto di vista del diritto internazionale ed è inaccettabile per motivi sia politici che morali.

In quanto ai motivi politici, sulla base della risoluzione 1244 adottata dal consiglio di sicurezza dell’Onu nel 1999, il Kosovo é un territorio che si trova sotto l’amministrazione dell’Onu entro i confini della Serbia.

In quanto ai motivi morali, il vandalismo e la distruzione sistematica del patrimonio artistico e culturale serbo non sono compatibili con gli obiettivi dell’Unesco.

Auspichiamo che il dialogo tra Belgrado e Pristina continui verso la normalizzazione della vita di tutti i cittadini che desiderano vivere in Kosovo e Metohija.

Crediamo che la giustizia e il buon senso, indispensabili per ottenere pace e stabilità, prevalgano in questa decisione di vitale importanza per il nostro Paese.

Vicenza, 21 ottobre 2015

Il presidente

Dušan Aleksić

guarda il video https://www.youtube.com/watch?v=XR6UpSq_NvENa-Kosmetu-unistene-crkve-manastiri-spomenici

                                                                                  firma la petizione UJvsPUGDR2C1xFU8uhh0_nokosovounescoJPG